Abitudini alimentari, i consigli dell’Oms per un anno in salute

Abitudini alimentari, i consigli dell’Oms per un anno in salute

0
abitudini alimentari

L’Oms fornisce cinque indicazioni adatte a tutti sulle abitudini alimentari, per iniziare il nuovo anno con una svolta salutare

“Qualunque sia il tuo progetto per l’anno nuovo, una svolta salutare nelle tue abitudini alimentari non potrà che farti bene”. L’organizzazione mondiale della sanità augura in questo modo buone feste e felice anno nuovo.

Un personale invito, seguito da cinque indicazioni per cambiare le abitudini alimentari e combattere le infezioni, nonché ridurre la probabilità di sviluppare problemi di salute più avanti nella vita, tra cui obesità, malattie cardiache, diabete e diversi tipi di cancro.

I consigli per una vita più sana e lunga

Gli ingredienti esatti della dieta sana dipenderanno da diversi fattori, come età e livello di attività fisica, ma ci sono comunque consigli alimentari comuni che è bene seguire per una vita lunga e sana.

Varietà di cibo. Nessun alimento, ad eccezione del latte materno, contiene tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno per lavorare al meglio. Le nostre diete devono quindi contenere una grande varietà di cibi freschi e nutrienti per farci diventare forti.

Ridurre l’apporto di sale. Troppo sale può aumentare la pressione sanguigna, che è un importante fattore di rischio per malattie cardiache e ictus. Il limite raccomandato dall’Oms è di 5 grammi (equivalente a un cucchiaino) al giorno.

Ridurre l’uso di determinati grassi e oli. Mangiare troppi grassi – soprattutto di tipi sbagliati – aumenta i rischi di obesità, malattie cardiache e ictus. Sostituire ad esempio burro, lardo con oli più sani come soia, colza, mais, cartamo e girasole.

Limitare l’assunzione di zucchero. Troppo zucchero non è solo dannoso per i nostri denti, ma aumenta il rischio di un aumento di peso non salutare.

Come per il sale, è importante prendere nota della quantità di zuccheri “nascosti” che possono essere contenuti nei cibi e nelle bevande lavorate.

Evitare gli alcolici. L’alcol non fa parte di una dieta salutare, bere troppo o troppo spesso aumenta il rischio immediato di lesioni, oltre a causare effetti a lungo termine come danni al fegato, cancro, malattie cardiache e malattie mentali.

La dieta ideale per gli adulti

Abitudini alimentari sane per gli adulti comprendono il consumo di almeno 400g di frutta e verdura al giorno abbinato al consumo di legumi, noci e cereali integrali.

Meno del 10% dell’apporto totale di energia deve derivare da zuccheri liberi (aggiunti ai cibi), che equivale a 50 g (o circa 12 cucchiaini di livello) per una persona con un peso corporeo sano che consuma circa 2000 calorie al giorno.

Meno del 30% dell’apporto totale di energia deve poi derivare da grassi. I grassi insaturi (che si pesce, avocado, frutta a guscio, semi di girasole, soia, colza e oliva) sono preferibili ai grassi saturi (carne grassa, burro, olio di palma e cocco, panna, formaggio, burro chiarificato e strutto) e grassi trans di tutti i tipi e quelli presenti negli alimenti a base di carne e latticini provenienti da animali ruminanti, come mucche, pecore, capre e cammelli.

Si suggerisce che l’assunzione di grassi saturi sia ridotta a meno del 10% dell’apporto energetico totale. In particolare, i grassi trans prodotti industrialmente non fanno parte di una dieta sana e dovrebbero essere evitati.

Per neonati e bambini piccoli

Nei primi 2 anni di vita di un bambino, sane abitudini alimentari favoriscono una crescita sana e migliorano lo sviluppo cognitivo. Riduce inoltre il rischio di diventare sovrappeso o obesi e sviluppare NCD in età avanzata.

L’oms suggerisce una dieta sana per neonati e bambini simile a quella per gli adulti, con alcuni accorgimenti:

– I bambini devono essere allattati esclusivamente durante i primi 6 mesi di vita.

– I bambini dovrebbero essere allattati continuamente fino a 2 anni di età e oltre.

– A partire dai 6 mesi di età, il latte materno deve essere accompagnato da una varietà di alimenti adeguati, sicuri e ricchi di sostanze nutritive. Sale e zuccheri non dovrebbero essere aggiunti agli alimenti complementari.

 

Barbara Zampini

 

 

Leggi anche

DECALOGO DEL PERFETTO NATALE PER SOPRAVVIVERE ALLO STRESS E ALLE CALORIE

FESTIVITÀ NATALIZIE, I CONSIGLI PER UN NATALE ‘A MISURA DI BIMBO’

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!