Borse di Medicina Generale, ipotesi eliminazione vincolo su finanziamento

Borse di Medicina Generale, ipotesi eliminazione vincolo su finanziamento

borse di medicina generale

Dissenso di Fimmg Formazione sull’ipotesi di passaggio dell’importo destinato al finanziamento delle borse di medicina generale da quota vincolata a quota indistinta del FSN

“L’ennesimo attacco da parte dell’attuale classe politica che rischia di compromettere ulteriormente la formazione specifica in Medicina Generale”. Questo il commento della FIMMG formazione in riferimento all’emendamento 41.027 presentato dai relatori al disegno di legge di bilancio. La proposta sancirebbe il passaggio dell’importo destinato al finanziamento delle borse di medicina generale da quota vincolata a quota indistinta del FSN.

Una trasformazione che “mira senza ombra di dubbio a sottrarre fondi dall’investimento nella formazione, e quindi dal futuro, della Medicina Generale e dell’intero SSN”. “Quale vantaggio comporterebbe alla formazione specifica una tale transizione? Quello forse di ‘velocizzare’ un procedimento che per fondi e adempimenti burocratici è immodificato e sempre uguale da decenni? Quale beneficio nella modifica di ripartizione di questi fondi? Noi per la formazione non ne vediamo, anzi scorgiamo in lontananza tutt’altro progetto”.

Il problema delle risorse, peraltro, è gravato ulteriormente dall’esuberante numero di rinunce alle borse di studio del corso triennale in medicina generale.

Defezioni causate dalla presenza di percorsi formativi alternativi, spesso preferiti dai colleghi “anche per una programmazione, spesso precaria, nell’ambito della medicina generale”.

“Quest’anno – si legge in una nota – per via dello slittamento della data di concorso, questo problema sarà ancora più urgente”. Si rischia cioè l’abbandono di un alto numero di borse di medicina generale per il viraggio verso la specializzazione. Tutto ciò rischierebbe di palesare maggiormente l’incapacità delle istituzioni di far fronte alla situazione di emergenza per la carenza di MMG nel Paese.

“Guardiamo con fiducia – conclude la Fimmg – alla recente istituzione del tavolo permanente tra Fnomceo e Regioni”. L’auspicio è che nell’ambito del confronto si possa trovare una soluzione urgente anche al grave problema sollevato da questo emendamento. E che si possano mantenere i fondi per la Medicina Generale tra quelli vincolati.

Anzi, la Federazione si augura che si possa valutare la possibilità di riutilizzare le risorse stanziate e che verranno disperse per gli abbandoni del corso in itinere. Il tutto con il recupero e nuovo finanziamento di borse aggiuntive per gli anni successivi da destinare al Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale.

 

Leggi anche:

ACCESSO ALLA MEDICINA DI FAMIGLIA, FIMMG: NO A ‘SANATORIE ALL’ITALIANA’

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!