Clownterapia, approvata legge dalla commissione Salute del Lazio

Clownterapia, approvata legge dalla commissione Salute del Lazio

0
Clownterapia

Clownterapia, la proposta di legge è stata approvata all’unanimità dalla commissione Politiche sociali e Salute della Regione Lazio.

La commissione Politiche sociali e Salute, presieduta da Rodolfo Lena, ha approvato all’unanimità sei articoli della proposta di legge presentata dal presidente stesso e intitolata “Disposizioni in materia di clownterapia”.

Il testo, così come emendato nel corso della seduta del 3 ottobre 2017, passa ora in commissione Bilancio per l’esame del restante articolo sulle disposizioni finanziarie.

La proposta detta norme per la promozione da parte della Regione Lazio della cosiddetta “terapia del sorriso”, volta a stimolare uno stato di benessere psicofisico, suscitando allegria nel paziente, attraverso l’utilizzo del “pensiero positivo” in funzione terapeutica.

La proposta di legge di Rodolfo Lena

“La commissione Politiche Sociali e Salute del Consiglio Regionale del Lazio che presiedo – dichiara in una nota Rodolfo Lena – ha approvato all’unanimità la proposta di legge da me presentata intitolata ‘Disposizioni in materia di clownterapia’, che ora passa all’esame della Commissione Bilancio.

La proposta è volta a stimolare uno stato di benessere psicofisico attraverso l’utilizzo del ‘pensiero positivo’ in funzione terapeutica.

Credo che la cura del paziente oltre che in termini meramente clinici vada interpretata come una presa in carico da parte del sistema sanitario della persona a 360° inclusi gli aspetti psicologici e di accoglienza che contribuiscono a una più rapida e consapevole convalescenza e guarigione.

Questa iniziativa legislativa va proprio in questa direzione” conclude Lena.

Chi potrà svolgere questa attività

Per realizzare questo tipo di attività presso le strutture sanitarie, si ricorrerà ad associazioni di volontariato iscritte nel registro regionale istituito nel 1993.

Il personale impiegato, medico e non medico, sarà appositamente formato, mediante lezioni teoriche e tirocini organizzati dalle associazioni stesse.

Queste ultime potranno partecipare a bandi annuali emanati dalla Regione per promuovere progetti di clownterapia. Un’attività che la proposta di legge prevede espressamente anche in occasione di eventi calamitosi, per assicurare sostegno alle popolazioni colpite.

 

Leggi anche

CONTROLLI MEDICI NEI BAMBINI, IL VADEMECUM DELL’OSPEDALE BAMBIN GESU’

 

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!