Concussione, medico arrestato: chiese soldi per riconoscere invalidità

Concussione, medico arrestato: chiese soldi per riconoscere invalidità

0
concussione

Una brutta vicenda di concussione ha coinvolto un medico chirurgo arrestato per aver chiesto denaro in cambio del riconoscimento dell’invalidità di una paziente. Aveva preteso il pagamento di 1000 euro.

Un medico chirurgo, residente a Salerno, è stato arrestato per concussione: avrebbe chiesto del denaro in cambio del riconoscimento dell’invalidità di una paziente 90enne.

Il medico, una dottoressa di 64 anni, era stata nominata consulente tecnico dal tribunale di Nocera Inferiore nell’ambito di un procedimento giudiziario nei confronti dell’Inps.

Il procedimento in questione riguardava infatti il riconoscimento dell’invalidità civile ad una portatrice di handicap, una signora 90enne di Nocera Inferiore.

Ebbene, secondo gli inquirenti che hanno arrestato la dottoressa per concussione, il medico ne aveva approfittato.

Come? Decidendo di rivolgersi al legale della ricorrente cui aveva prospettato l’esito negativo della richiesta. Ma, secondo la dottoressa, il parere si sarebbe potuto “ribaltare” se sottobanco avesse ricevuto 1000 euro.

A quel punto, il legale non ha esitato un momento, rivolgendosi ai carabinieri di Sant’Antonio Abate e sporgendo regolare denuncia.

Così, nel corso di un secondo incontro con la dottoressa – concordato proprio su pressioni di quest’ultima – il medico è stato colto in flagranza di reato.

La professionista è stata infatti arrestata nel suo ufficio, all’interno di una clinica di Nocera Inferiore, dai carabinieri della compagnia di Castellammare e della stazione di Sant’Antonio Abate.

La donna in quel momento stava proprio ricevendo i 500 euro dalle mani dell’avvocato.

Il medico chirurgo, adesso, dovrà rispondere di concussione.

Dopo le formalità è stata tradotta al carcere di Salerno a Fuorni. Il denaro è stato restituito all’avente diritto.

 

 

Leggi anche:

CORRUZIONE E PECULATO IN SANITÀ, SEQUESTRI PER 1,7 MILIONI A PARMA

REGALI PER PILOTARE LE SENTENZE, PARLA EX GIUDICE A PROCESSO

RICOVERI SOSPETTI E ANOMALIE NELLE LISTE D’ATTESA, I NAS AL RUGGI DI SALERNO

CORRUZIONE IN OSPEDALE, RINVIO A GIUDIZIO PER MEDICI E FORNITORI

 

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!