Diagnosi col pendolino: denunciata una coppia di medici

Diagnosi col pendolino: denunciata una coppia di medici

0
Diagnosi col pendolino: denunciata una coppia di medici

Lei pediatra, lui medico ma senza abilitazione che effettuava diagnosi col pendolino. Entrambi sono stati denunciati dopo alcune segnalazioni 

Effettuava diagnosi col pendolino su bambini gravemente malati, il tutto con la complicità della compagna, pediatra, che lo lasciava “esercitare” nel proprio studio.

Ora l’uomo, medico mai abilitato, è stato denunciato insieme alla compagna. È successo ad Abbadia San Salvatore, in provincia di Siena.

L’uomo, autore di fantasiose diagnosi col pendolino, raccontava ai genitori dei piccoli pazienti di essere in grado di curarli anche se affetti da malattie gravissime e ritenute incurabili dai veri medici.

E per trovare i pazienti, sfruttava lo studio della compagna pediatra, entrata in servizio a Abbadia San Salvatore (sul Monte Amiata, provincia di Siena) il 1 novembre scorso.

Il caso è partito dai social network, quando alcune mamme hanno iniziato a lamentarsi di quel che succedeva nello studio della pediatra.

A destare sospetto, oltre alle diagnosi col pendolino, era il fatto che l’uomo promettesse miracoli e guarigioni impossibili.

I carabinieri di Abbadia San Salvatore, guidati dal tenente Angelo Faraca, si sono accorti dei post pubblicati su internet e hanno avviato indagini più approfondite.

Dopo aver raccolto le testimonianze dei genitori, hanno accertato sette diversi casi che riguardano altrettanti piccoli pazienti.

Il presunto guaritore è fiorentino, 65 anni, laureato in medicina a Firenze ma mai iscritto all’ordine dei medici; lei, la sua compagna, pistoiese, è invece regolarmente pediatra.

Negli ultimi anni la coppia ha vissuto in Spagna, prima di rientrare qualche mese fa in Toscana.

Adesso, dopo le indagini — sul caso indaga la pm Valentina Magnini — sono arrivate le denunce. Esercizio abusivo della professione per l’uomo delle diagnosi col pendolino, e concorso in esercizio abusivo per la pediatra.

Nel curriculum online del sedicente guaritore, si legge che sarebbe un “medico fisiatra”, esperto di discipline non riconosciute dalla medicina come la biorisonanza e la riflessologia.

L’uomo ha scritto anche di essere stato direttore medico di due centri di riabilitazione, la Fondazione Turati di Pistoia e la Misericordia di Campi Bisenzio. Oltre che della clinica estetica Beauty Life di Tenerife, struttura finita nel mirino delle autorità spagnole per aver consentito l’esercizio abusivo della professione medica.

“Sono cose che nulla hanno a che fare con la scienza e con l’esercizio della professione medica”, ha commentato Roberto Monaco, presidente dell’ordine dei medici di Siena e segretario nazionale della federazione medici italiani.

“Non possiamo permettere che ciò avvenga — ha aggiunto — saremo al fianco della giustizia”.

 

 

 

Hai avuto un problema simile? Scrivi per una consulenza gratuita a redazione@responsabilecivile.it o scrivi un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

 

 

 

Leggi anche:

CURAVA IL CANCRO COL BICARBONATO, EX MEDICO VIENE CONDANNATO

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!