Giornata mondiale della vista, Soi: ‘Trentamila visite gratuite’

Giornata mondiale della vista, Soi: ‘Trentamila visite gratuite’

giornata mondiale della vista

L’iniziativa della Soi in occasione della giornata mondiale della vista, prevede visite specialistiche gratuite per chi non è mai stato dall’oculista

Come ogni secondo giovedì di ottobre, sta per tornare la Giornata Mondiale della Vista, che come sempre ha lo scopo di informare l’opinione pubblica sull’importanza e il valore della vista durante tutta la nostra vita.

Per celebrarla, l’11 ottobre, la Società Oftalmologica Italiana ha deciso di organizzare insieme alla Fondazione Insieme per la Vista e a Iapb Italia una campagna di informazione capillare.

Inoltre, sono previste circa 30 mila visite gratuite in tutta Italia.

Ogni Medico Oculista metterà a disposizione di chi non si è mai sottoposto a una visita medica oculistica 5 visite gratuite.

Secondo Matteo Piovella, Presidente della Società Oftalmologica Italiana, “La vista è un bene prezioso da cui dipende l’83% del nostro modo di percepire il mondo e, quando affermiamo che la vista ti salva la vita, abbiamo la necessità di spiegare e condividere questi semplici concetti con tutti i cittadini”.

Il concept della campagna di quest’anno della giornata mondiale della vista è quello di avvicinarsi a chi non si è mai sottoposto a una visita specialistica oculistica.

“L’unica – spiega Piovella – in grado di diagnosticare e curare i difetti e le malattie degli occhi”.

“Vi sono malattie, quali glaucoma, cataratta e degenerazione maculare che devono essere curate perfettamente per non portare alla cecità – prosegue il presidente Soi – è per noi molto importante diffondere presso i cittadini il concetto che sottoporsi a una visita medica specialistica oculistica ‘Ti salva la Vita’”.

Basti pensare al glaucoma, malattia insidiosissima, che agisce in modo subdolo causando danni visivi a molti pazienti inconsapevoli.

E ancora, la maculopatia, patologia che “causa una grave riduzione della vista, che interessa principalmente le persone sopra i 70 anni di età, con una maggiore incidenza nelle donne”, spiega Piovella. Per non parlare del fatto che molti, ancora oggi, si stupiscono che si possa perdere gradualmente la vista a causa di malattie.

“È doveroso – prosegue Piovella – ricordare che disporre di una buona vista è straordinariamente importante per i più piccoli e che è un loro diritto poter usufruire delle cure migliori attuate dai Medici Oculisti con la possibilità di utilizzare le apparecchiature più innovative”.

“Sono convinto – conclude il Presidente Soi – che questa necessaria campagna permetterà a molte persone di curarsi meglio per poter continuare a vedere bene”.

 

Leggi anche:

CIECA A UN ANNO PER UNA LEGGEREZZA DELL’OCULISTA, OTTIENE DUE MILIONI DI RISARCIMENTO

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!