Latte in polvere, due medici assolti dall’accusa di corruzione

Latte in polvere, due medici assolti dall’accusa di corruzione

latte in polvere

Prosciolti dal gup del Tribunale di Pisa anche altri 16 indagati tra pediatri, manager e informatori di società produttrici di latte in polvere

Erano finiti nel mirino della Procura di Pisa nel 2014 nell’ambito di un’operazione denominata “Medici low cost”. Ma per i 18 soggetti coinvolti la vicenda giudiziaria si è conclusa nel migliore dei modi. Assolti con formula piena due pediatri che avevano chiesto di essere giudicati con il rito abbreviato. Prosciolti perché il fatto non sussiste altri sedici tra medici, informatori scientifici e manager. Inizialmente erano finiti tutti agli arresti domiciliari. L’indagine era stata condotta dai carabinieri del Nas di Livorno che ritenevano di aver portato alla luce un sistema consolidato per favorire la vendita del latte in polvere di determinate aziende.

Gli indagati, nello specifico,  erano accusati di essere parte di una filiera corruttiva.

Gli informatori avrebbero spinto per conto delle proprie aziende produttrici i rispettivi prodotti in cambio di regali e vacanze pagate ai pediatri. Questi, per ottenere i “buoni viaggio” avrebbero consigliato alle mamme in allattamento le marche delle società in questione.
I pediatri al tempo dei fatti erano in convenzione con l’Asl e pertanto incaricati di pubblico servizio.

L’ipotesi accusatoria, tuttavia, è stata spazzata via dal verdetto del collegio; secondo il giudice per le udienze preliminari, secondo quanto riporta il Tirreno, non c’erano neanche gli elementi per celebrare un processo.

Il Pubblico ministero ora attenderà il deposito delle motivazioni della sentenza, attese entro 90 giorni, per valutare un eventuale ricorso in  appello.

Finiranno invece a processo, davanti al Giudice monocratico, altri due indagati. Si tratta nello specifico dei rappresentanti di due agenzie di viaggi rinviati a giudizio per false fatture. Un terzo indagato, con la stessa ipotesi di reato, è invece deceduto.

 

Sei un medico e sei stato accusato ingiustamente? Scrivi per una consulenza gratuita a redazione@responsabilecivile.it o scrivi un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

FALSO IN CARTELLA CLINICA DOPO LA MORTE DEL PAZIENTE: MEDICI ASSOLTI

MORTO DOPO IL BENDAGGIO GASTRICO, ASSOLUZIONE PER DUE MEDICI

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!