Lotteria degli scontrini: cos’è e quando entrerà in vigore

Lotteria degli scontrini: cos’è e quando entrerà in vigore

0
Lotteria degli scontrini: cos’è e quando entrerà in vigore

Contenuta nella bozza del decreto fiscale collegato alla manovra, la lotteria degli scontrini sarà attiva a partire dal 2020. Vediamo di cosa si tratta.

Con la bozza del decreto fiscale collegato alla manovra, molte novità sono in arrivo e, tra queste, c’è la cosiddetta Lotteria degli scontrini.

Ma come funzionerà?

La lotteria degli scontrini o “lotteria dei corrispettivi” come previsto nell’ultima bozza del decreto, partirà dal 1° gennaio 2020.

Di fatto, sarà una vera e propria lotteria nazionale collegata agli acquisiti e ripetuta ogni mese.

L’iniziativa, che doveva partire nel 2017 ma è sempre stata rinviata, consentirà di abbinare ai corrispettivi scontrini un’estrazione a premi.

Alla lotteria degli scontrini potrà partecipare tramite estrazione chiunque effettui acquisti di beni e servizi (fuori dall’esercizio di attività di impresa, arte o professione), presso i negozianti che trasmettono telematicamente i corrispettivi, comunicando necessariamente il proprio codice fiscale.

Lo scopo di questa iniziativa è quello di incentivare cittadini e i negozianti a richiedere e a rilasciare gli scontrini. Un modo diverso per contrastare l’evasione fiscale.

Modalità tecniche, numero ed entità dei premi saranno poi definiti mediante provvedimento del direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli d’intesa con l’Agenzia delle entrate.

Ma non è questa la sola novità riguardante gli scontrini.

Dal 1° luglio 2019, infatti, sarà obbligatorio quello elettronico per chi ha più di 400mila euro di fatturato e dal 2020 per tutti.

Una volta che lo scontrino elettronico sarà obbligatorio potrà partire la lotteria degli scontrini.

Insomma, lo scontrino fiscale tradizionale è destinato a sparire da luglio 2019.

Secondo quanto previsto dalla bozza del decreto fiscale, scatterà l’obbligo generalizzato di memorizzazione e trasmissione telematica di scontrini e fatture all’Agenzia delle Entrate.

L’obbligo sarà comunque graduale, e per favorire l’adeguamento alle nuove modalità saranno previsti specifici esoneri e agevolazioni finanziarie.

 

Leggi anche:

IL DECRETO FISCALE: ECCO TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE A RIGUARDO

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!