Minacciate di morte con un bisturi, la denuncia di due dottoresse

Minacciate di morte con un bisturi, la denuncia di due dottoresse

0
minacciate di morte con un bisturi

Il fatto si sarebbe verificato domenica all’ospedale San Giovanni di Roma. Le donne sarebbero state minacciate di morte con un bisturi mentre si apprestavano a soccorrere un paziente in crisi respiratoria

Minacciate di morte con un bisturi. E’ la disavventura che sarebbe occorsa domenica notte a due dottoresse in servizio all’ospedale San Giovanni di Roma. I medici sarebbero stati aggrediti da un paziente tossicodipendente e con problemi psichiatrici convinto, nel suo stato di alterazione, di non essere adeguatamente assistito.

L’uomo tuttavia, all’arrivo delle forze dell’ordine non sarebbe stato fermato in quanto non sorpreso in flagranza di reato e privo ormai dell’arma. Cosicché, l’indomani mattina, le due vittime lo avrebbero nuovamente incrociato al bar e anche in quel caso sarebbero state minacciate.

A denunciare il fatto all’Adnkronos Salute, preferendo non divulgare il proprio nome, è proprio una delle due professioniste coinvolte.

In base alla ricostruzione della donna, lei e la collega, sarebbero state chiamate per soccorrere un paziente in grave crisi respiratoria. Si sarebbero quindi imbattute nell’aggressore, che si aggirava per l’ospedale e che gli si sarebbe parato davanti, insultandole e minacciandole. Prima a parole, poi con il bisturi.

Le dottoresse sarebbero riuscite ad allertare la vigilanza e le forze dell’ordine. I carabinieri però avrebbero spiegato loro che senza una denuncia e in mancanza di flagranza di reato, non avrebbero potuto fare nulla. “Non abbiamo denunciato personalmente l’aggressore – spiega il medico – perché si tratta di una persona pericolosa e abbiamo paura che possa vendicarsi. Sappiamo che ha un Daspo e che non è nuova ad episodi di aggressione”.

L’uomo, quindi, sarebbe rimasto libero in ospedale. “Un’assurdità”, secondo le dottoresse che chiedono dunque l’attuazione di misure di sicurezza concrete, anche da parte delle Aziende sanitarie.

 

Leggi anche:

FRATTURA DEL SETTO NASALE, MEDICO AGGREDITO A TORRE ANNUNZIATA

SICUREZZA DEI MEDICI, SMI: BASTA SCENE DI GUERRA NEI PRESIDI SANITARI

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!