Morto dopo un malore in bici: 31 medici indagati per il decesso

Morto dopo un malore in bici: 31 medici indagati per il decesso

0
Morto dopo un malore

La Procura di Nocera Inferiore ha aperto un’inchiesta sulla morte di R.P. un ragazzo di 24 anni deceduto dopo una caduta in bici: il giovane prima di morire è stato in due ospedali.

Ci sono 31 medici indagati per il decesso di un giovane di 24 anni, morto dopo un malore in bici a Poggiomarino, in Provincia di Napoli.

La vicenda

Lo scorso 9 giugno, R.P., un ragazzo di 24 anni, decide di prendere la propria bici e fare una pedalata in paese. Non è chiara la dinamica di quanto accaduto, ma il giovane viene ritrovato in via Iervolino a Poggiomarino privo di sensi, a terra, con accanto la bicicletta.

Inizialmente si pensa a un incidente stradale, ma successive verifiche evidenziano che si possa essere trattato di un malore che gli ha fatto perdere il controllo della bicicletta, facendolo cadere per terra.

In seguito alla caduta, R. viene trasportato d’urgenza dal 118 all’ospedale Villa Malta di Sarno. In un momento successivo, viene poi trasferito all’Umberto I di Nocera Inferiore.

Un trasferimento che, probabilmente, si è reso necessario per una sopraggiunta complicazione ai reni.

Nel nosocomio, il 24enne è stato sottoposto a dialisi e poi trasportato in Rianimazione, dove infine è deceduto.

Sul corpo del ragazzo morto dopo un malore in bici, è stata poi effettuata l’autopsia.

Sarà questa a chiarire cosa ha esattamente causato il decesso, anche perché il giovane non aveva mai avuto problemi di salute.

Intanto, però, per la sua morte la Procura di Nocera Inferiore ha iscritto nel registro degli indagati 31 medici in servizio presso di Sarno e Nocera Inferiore.

La famiglia, originaria di San Marzano sul Sarno, ha infatti sporto denuncia dopo l’accaduto. L’obiettivo è proprio quello di vederci chiaro e comprendere come un giovane senza evidenti patologie sia potuto morire così.

 

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a redazione@responsabilecivile.it o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

 

Leggi anche:

MORTE SOSPETTA, DUE MEDICI INDAGATI PER OMICIDIO COLPOSO

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!