Morto per uno choc settico, 2 milioni alla famiglia

Morto per uno choc settico, 2 milioni alla famiglia

0
morto per uno choc settico

Il Tribunale di Firenze ha condannato l’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi a risarcire i parenti di un anziano di 71 anni, morto per uno choc settico nel 2011 dopo aver contratto un’infezione da staffilococco aureo. Escluse responsabilità soggettive dei singoli medici

Due milioni di euro. E’ la cifra che l’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi dovrà versare alla famiglia di un 71enne, morto per uno choc settico nell’agosto del 2011. Lo ha stabilito il Tribunale civile di Firenze accogliendo la richiesta risarcitoria dei parenti della vittima. La sentenza risale allo scorso mese di giugno.

L’anziano, sposato con due figli, era stato ricoverato per la ricomposizione di una frattura al braccio sinistro. Era deceduto a distanza di due mesi a causa di una sepsi batterica contratta in ospedale. Nello specifico, gli sarebbe stata fatale una infezione da staffilococco aureo, manifestatasi dieci giorni dopo l’operazione chirurgica e proprio nell’area del braccio interessata dall’intervento.

La perizia medico legale disposta dalla Procura avrebbe quindi acclarato una condotta omissiva da parte dell’ospedale.

Per il consulente la genesi dell’infezione sarebbe correlabile alle condizioni del 71enne, a quelle ambientali della sala operatoria e alle manovre sanitarie utili per il trattamento della frattura.  Nel corso del processo, secondo quanto riporta l’Ansa, l’azienda di Careggi non sarebbe riuscita a dimostrare di aver adottato tutte le misure necessarie per salvaguardare le condizioni igieniche dei locali e della profilassi delle strumentazione chirurgica.

Sulla vicenda era stato aperto anche una inchiesta per omicidio colposo a carico di ignoti da parte della procura di Firenze. Il fascicolo, tuttavia, è stato archiviato dal gip, su richiesta del pm, per l’impossibilità di individuare responsabilità soggettive.

 

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a redazione@responsabilecivile.it o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

 

Leggi anche:

MORTA A 20 GIORNI DALLA NASCITA, CONDANNA PER DUE MEDICI A GENOVA

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!