dolore ai piedi

Prevenzione del dolore ai piedi: cammini o corri molto? Ecco i rimedi

Questi esercizi sono molto utili per il trattamento e la prevenzione del dolore ai piedi e in genere basta una settimana

Oggi parlo con i piedi. Certo, non nel senso che ti dico cose di scarso interesse e validità, ma ti consiglierò degli ottimi esercizi per prenderti cura dei tuoi piedi. Visto che il mio articolo sul camminare sta riscuotendo molto successo, ho pensato che tu possa camminare o correre molto e quindi voglio donarti dei semplici esercizi per ridurre o prevenire la maggior parte dei disturbi/ dolore ai piedi.

Le più comuni patologie riscontrabili a carico del piede sono tutte trattabili con esercizi mirati alla mobilizzazione ed elasticizzazione dei tessuti fasciali e muscolari.

Queste affezioni portano i nomi di: fascite plantare, metatarsalgia, tallonite, spina calcaneare (sotto al tallone) e sperone calcaneare (dietro al tallone).

Ecco, tutti questi disturbi possono essere trattati con alcuni esercizi comuni. Per facilità utilizzeremo negli esercizi una pallina semirigida grande all’incirca come una pallina da ping-pong ma fatta di gomma o schiuma espansa. Io ad esempio utilizzo la pallina di gomma data in dotazione con i classici racchettoni da mare! Ricorda che puoi variare l’intensità di ogni esercizio pigiando più o meno sulla pallina.

Es 1) Posiziona la pallina sotto all’avampiede nel punto in cui le dita si “attaccano” al piede. Tenendo il tallone in appoggio ed utilizzandolo come punto fermo, ruota il piede a destra e sinistra facendo scorrervi al di sotto la pallina. Esegui 10 volte.

Es 2) Posiziona la pallina anteriormente al tallone nel punto in cui solitamente inizia l’arco plantare. Con molta cautela schiaccia la pallina con il peso del corpo per 10 volte.

Es 3) Posiziona la pallina come nell’esercizio 1. Questa volta però fai scorrere la pallina sotto tutto il piede muovendolo avanti e dietro  per 10 volte.

Es 4) Posiziona la pallina sotto alle dita e prova ad afferrarla come se volessi alzarla dal terreno. Esegui questo movimento per 10 volte.

Ora qualche esercizio di stretching ma ricorda che l’allungamento ha delle caratteristiche ben precise da rispettare come il tempo ed il livello di tensionamento, quindi ti consiglio di leggere il mio articolo dove ne parlo: eseguire degli esercizi di stretching in modo errato è solo una perdita di tempo.

Es 5) Da seduto/a afferra le dita dei piedi e flettile verso di te. In questo modo la fascia plantare va in allungamento. Per aumentare la tensione puoi flettere dorsalmente anche la caviglia.

Es 6) Da in piedi di fronte ad una parete dove posizionerai le mani. Porta in dietro il più possibile un piede poggiando solo dita ed avampiede, a questo punto fai scendere il tallone fino al suolo e sentirai “tirare” i muscoli del polpaccio.

Es 7) Utilizza la stessa posizione dell’esercizio 6 ma porta in dietro un piede della metà rispetto all’esercizio precedente. A questo punto piega entrambe le ginocchia come se ti volessi sedere e sentirai “tirare” il tendine di Achille.

Questi esercizi sono molto utili per il trattamento e la prevenzione del dolore ai piedi, ma se dopo una settimana di pratica (una/due volte al giorno) non dovessi riscontrare successo terapeutico, ti invito a recarti da un collega fisioterapista o, se vuoi, prendere appuntamento per una valutazione gratuita presso il nostro studio.

Dr Paolo Scannavini

pscannavini@gmail.com

Fisioterapista e Kinesiologo

Responsabile Fisioterapia Fisiopalestra MeRiBen

Mysa trainer

PNL Pratictioner

Consulente Wellness per Aziende

 

Leggi anche:

CAMMINARE FA BENE. MA QUANTO TEMPO BISOGNA FARLO?

I BENEFICI DI CAMMINARE SONO MOLTI, MA COME POTENZIARE QUESTA ATTIVITÀ?