QEEG, l’esame neuro scientifico: una svolta nelle CTU

QEEG, l’esame neuro scientifico: una svolta nelle CTU

qeeg

L’elettroencefalografia quantitativa (QEEG) è un processo di valutazione che fornisce informazioni molto dettagliate sulla specifica funzione cerebrale.

Le separazioni da alcuni anni hanno raggiunto aumenti esponenziali e i giudici sono sempre più inclini a valutare l’idoneità genitoriale attraverso consulenze psicologiche-psichiatriche.

Purtroppo i risultati che si ottengono attraverso le consulenze non sono risolutivi e non rispondono mai scientificamente al quesito “ valutare l’idoneità genitoriale delle parti”.

Gli strumenti usati nelle CTU sono alquanto inattendibili, una scarsa diagnosi clinica un anamnesi a volte pretestuosa che non individua i veri trascorsi delle parti, supportata da batterie testo logiche che da tempo risultano non idonee specialmente nella pratica forense, essendo test proiettivi hanno una scarsa attendibilità scientifica.

La scarsa attendibilità è dovuta alle codificazioni attraverso il metodo cieco e l’influenza del contesto sui punteggi.

Da qui la necessità di inserire nelle consulenze tecniche un metodo con un profilo più scientifico e meno proiettivo, da questa necessità in America da ben dieci anni è nato il QEEG.

Cosa elabora e su cosa si basa il QEEG ?

L’elettroencefalografia quantitativa è un processo di valutazione che fornisce informazioni molto dettagliate sulla specifica funzione cerebrale.

Cosa individua il QEEG ?

Problemi di ansia, Delirio cognitivo negli anziani, Depressione, Emicrania, Disturbo ossessivo compulsivo, Disturbo da stress post-traumatico, etc.

Suddetta diagnostica è stata introdotta ampliamente nell’ambito forense americano, dando riscontri ottimali ottenendo profili reali, verificando se nel soggetto vi è presenza di pericolosità sociale o meno, in America si è riconosciuta la sua validità molto più dei test psicodiagnostici.

A conferma di ciò, la Suprema Corte Americana ha accolto questa metodologia come pienamente rispondente a criteri di scientificità “ DAUBERT”.

Recentemente un tribunale della Florida ha revocato una sentenza di pena capitale sulla base delle prove QEEG.

L’applicazione di suddetta metodica all’interno delle consulenze tecniche d’ufficio permetterebbe di avere dei reali profili psicologici dei soggetti sottoposti ad un indagine, sarebbe facilmente dimostrabile le reali condizioni patologiche in essere recuperabili attraverso le tecniche di neuro feedback.

Tecnica che si basa su un addestramento diretto a gestire e migliorar profili di attivazione disfunzionali rilevati dal QEEG.

 

Dott. Maria Bernabeo

(pres. Ass. Help Family – Psicologa-Psicoterapeuta)

 

 

Leggi anche:

I TEST PROIETTIVI USATI IN AMBITO FORENSE SONO STRUMENTI VALIDI?

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!