Sicurezza e qualità delle cure, presentato il nuovo SNLG

Sicurezza e qualità delle cure, presentato il nuovo SNLG

sicurezza e qualità delle cure

Il Sistema nazionale delle linee guida, previsto dalla Legge Gelli Bianco, rappresenta il punto di riferimento per la tutela della sicurezza e qualità delle cure

L’Istituto Superiore di Sanità ha presentato il nuovo Sistema Nazionale Linee Guida – SNLG. Si tratta dell’unico punto di accesso per cittadini e operatori sanitari a linee guida di pratica clinica validate dall’Istituto, come previsto dall’art. 5 della Legge 24/2017 sulla responsabilità professionale. La legge Gelli-Bianco ha affidato un ruolo fondamentale alle linee guida per la tutela della sicurezza e qualità delle cure. Essa, infatti, stabilisce che gli esercenti le professioni sanitarie nell’esecuzione delle prestazioni sanitarie debbano attenersi alle raccomandazioni previste dalle linee guida pubblicate nell’SNLG.

Le linee guida vengono elaborate da soggetti accreditati presso il Ministero della Salute, i quali effettuano le proprie proposte tramite una piattaforma informatica dedicata (piattaformasnlg.iss.it). Le proposte vengono poi sottoposte a una procedura di valutazione in termini metodologici e di contenuto. Ove validate vengono quindi integrate nel Sistema.

Il nuovo SNLG è sviluppato e gestito dal Centro Nazionale per l’Eccellenza Clinica la Qualità e la Sicurezza delle cure (CNEC) dell’Istituto Superiore Sanità (ISS).

Propone un manuale metodologico per lo sviluppo delle Linee Guida di pratica clinica, basato su metodologie validate e riconosciute a livello internazionale. Inoltre, permette una maggiore partecipazione dei cittadini, delle associazioni di pazienti, delle società scientifiche ed altri stakeholder. Questi, attraverso la piattaforma informatica, possono esprimere i propri commenti nelle fasi di consultazione previste per lo sviluppo delle linee guida dell’ISS.

Infine, nel sito è presente anche una sezione dedicata alle buone pratiche clinico-assistenziali relative ad aree per le quali non sono ancora disponibili linee guida validate. L’obiettivo di tale area è quello di fornire agli operatori sanitari riferimenti affidabili per la pratica professionale e la salute pubblica.

“Questo nuovo Sistema – commenta il Presidente dell’ISS, Walter Ricciardicrea una straordinaria opportunità per il Servizio Sanitario Nazionale”. Esso aumenta la possibilità di fornire ai cittadini assistenza e cure socio-sanitarie. Il tutto “con un più alto tasso di appropriatezza e aderenza ai più aggiornati standard clinici e alle evidenze scientifiche”.

“Abbiamo lavorato con l’obiettivo di avere un sistema rigoroso e coerente – aggiunge il direttore del CNEC, Primiano Iannone – in modo che il Sistema Nazionale Linee Guida sia lo strumento cardine per ottenere quell’allineamento di efficacia clinica, appropriatezza professionale e organizzativa, equità, sicurezza e umanizzazione delle cure che può garantire la sostenibilità del nostro Servizio Sanitario Nazionale e la sua tenuta rispetto alle formidabili sfide che lo attendono nel prossimo futuro”.

 

Leggi anche:

LA RESPONSABILITÀ MEDICA: LA RIFORMA INCOMPIUTA VISTA DAI GIUDICI

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!