Simulatore Inps per Ape volontario: al via a partire da oggi

Simulatore Inps per Ape volontario: al via a partire da oggi

Simulatore Inps per Ape volontario: al via a partire da oggi

Da oggi prende il via, sul portale dell’Istituto di previdenza, il simulatore Inps per Ape volontario. Ecco cosa c’è da sapere

Ora non si dovrà più attendere: a partire da oggi, il simulatore Inps per Ape volontario è realtà. Sul portale dell’Istituto di previdenza potrà essere infatti utilizzato e consultato.

Da oggi, infatti, decolla l’Ape volontario. Come noto, si tratta dell’anticipo pensionistico che consente di lasciare il lavoro fino a 3 anni e 7 mesi prima dell’età prevista per legge.

Tito Boeri, presidente Inps, ha stabilito di dare il via al simulatore Inps per Ape volontaria sul nuovo portale dell’istituto in concomitanza con l’avvio della misura.

Uno strumento prezioso, che consentirà agli utenti di valutare la convenienza dell’Ape volontaria in base a durata del prestito, all’importo della rata e all’anticipo da pagare.

Il simulatore disponibile sul sito Inps comprende già i tassi fissati dall’Abi e dall’Ania.

Attraverso il suo impiego, inoltre, si potrà presentare richiesta all’Inps per accedere all’Ape per andare in pensione prima.

Questo avverrà grazie a un prestito garantito che il lavoratore dovrà restituire in 20 anni. La misura è riconosciuta in via sperimentale fino al 31 dicembre 2019.

Ma chi può usufruirne?

Ebbene, possono richiedere l’anticipo i lavoratori che al momento della domanda abbiano un’età anagrafica minima di 63 anni (e che matureranno dunque entro 3 anni e 7 mesi il diritto alla pensione di vecchiaia) e 20 anni di contributi.

Inoltre, potranno accedervi coloro i quali, al momento dell’accesso della prestazione, abbiano maturato il diritto ad un assegno pensionistico, al netto della rata di ammortamento per il rimborso del prestito richiesto, pari o superiore a 1,4 volte il trattamento minimo.

Invece non potranno fare domanda coloro che fruiscono già di pensione diretta, mentre non è indispensabile la risoluzione del rapporto di lavoro per accedere al prestito.

La domanda per accedere all’Ape volontario va presentata all’Inps attraverso il servizio disponibile sul sito dell’istituto.

Per quel che concerne invece i costi, l’Ape volontario ha un tasso annuo nominale lordo (Tan) del 2,838% in fase di erogazione. È invece del 2,938% sul periodo di ammortamento.

A questo, corrisponde un tasso annuo effettivo globale (Taeg) lordo, compreso tra il 5,89% e il 6,23%, a seconda della durata dell’anticipo.

 

 

 

Leggi anche:

CUMULO CONTRIBUTIVO E APE VOLONTARIA: LA PROTESTA DI COSMED

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!