Simulazione medica avanzata, a Torino inaugurato primo centro

Simulazione medica avanzata, a Torino inaugurato primo centro

0
simulazione medica avanzata

Il Centro di Simulazione Medica Avanzata consentirà agli studenti di acquisire abilità pratiche e comunicative, garantendo il diritto del malato alla riservatezza

Inaugurato presso la sede della Scuola di Medicina della Città della Salute e dell’Università di Torino il primo Centro di Simulazione Medica Avanzata. La struttura, realizzata con il contributo della Compagnia San Paolo, è collocato in uno spazio di circa 200mq. E’ dotato dei più aggiornati high fidelity mannequin/models, dei più innovativi sistemi multimediali di videocamere ambientali e di sistemi audio per la simulazione medica di eccellenza per l’esercizio di pratiche diagnostiche e terapeutiche, in grado di rendere la simulazione sempre più realistica e vicina ai quotidiani scenari.

Comprende due aule plenarie e di simulazione avanzata e due aule “Clinical Skill”, attrezzate con attrezzatura all’avanguardia per esercitazioni con trainer specifici. Presente anche una sala regia, provvista di vetri unidirezionali che garantiscono la visione degli istruttori nelle sale di simulazione e oscurano la visione della stessa sala agli studenti ed ai tutori. 

Il nuovo centro conferma il percorso di didattica innovativa intrapreso per il Corso di laurea in Medicina e Chirurgia, Lauree Sanitarie e per le Scuole di Specializzazione dell’Ateneo del capoluogo piemontese.

Gli studenti potranno acquisire abilità pratiche e comunicative, garantendo il diritto del malato alla riservatezza. Si soddisfa così la necessità di apprendere un ampio numero di patologie in ambienti clinici diversi ed in situazioni realistiche per la soluzione dei più diversi problemi, permettendo di sviluppare la capacità di prendere decisioni.

Attraverso i simulatori, gli studenti apprendono facilmente e senza rischi le manovre finalizzate a permettere l’esecuzione di atti medici o chirurgico-infermieristici, secondo Linee guida internazionali. Attività che non sostituisce il contatto diretto al letto del paziente, ma fornisce la preparazione pratica propedeutica che rende il tirocinio clinico molto più efficace ed istruttivo.

“Un Centro di simulazione medica – ha dichiarato il professor Franco Veglio, Responsabile del Centro  – è un luogo dove è possibile, come una palestra, imparare tutta la semeiotica fisica e tecnologica per quanto riguarda l’esame obiettivo del paziente. E’ dedicato alla preparazione degli studenti di medicina, delle scuole sanitarie e degli specializzandi. Qui si possono acquisire tutte le tecniche invasive e non invasive, su manichino, creando degli scenari realistici di malattie e patologie.”

Leggi anche:

FEGATO RIVITALIZZATO CON PERFUSIONE NORMOTERMICA TRAPIANTATO CON SUCCESSO 

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!