Termini di prescrizione, allo studio sospensione dopo il primo grado

Termini di prescrizione, allo studio sospensione dopo il primo grado

0
termini di prescrizione

Per il Guardasigilli, Alfonso Bonafede, occorre rivedere i termini di prescrizione per incrementare la fiducia dei cittadini nella Giustizia

Sospendere la decorrenza dei termini di prescrizione dopo che sia stata emessa una sentenza di primo grado. L’ipotesi, al vaglio del Dicastero della Giustizia, è stata illustrata al Senato dal Ministro Alfonso Bonafede. “Si tratta del punto di partenza di uno studio che dovrà tenere conto di tutti gli effetti, positivi e negativi, di una soluzione di questo tipo”, ha spiegato il Ministro. L’obiettivo è giungere a un “risultato efficace nel rispetto delle contrapposte garanzie”.

Nel 2017, i procedimenti prescritti sono stati 125.551, dei quali il 25,8% in grado di appello, con un’incidenza del 9,4% sul totale. Questi dati, secondo Bonafede, “aiutano a comprendere meglio la portata della questione e la necessità di un intervento strutturale tale da riportarne le dimensioni a livelli accettabili da parte della comunità di cittadini”.

“Il decorso della prescrizione – ha sottolineato il Guardasigilli – causa ogni anno la morte anticipata di decine di migliaia di processi”. In tal modo viene vanificato de facto il lavoro svolto in sede di indagine e durante i vari gradi processuali . Il tutto con uno spreco in termini di tempo e di risorse.

Bonafede ricorda come la prescrizione abbia funzione originaria nobile. Si tratta di una garanzia dell’effettivo diritto all’oblio del cittadino rispetto a comportamenti risalenti nel tempo e realizza un principio di economia dei sistemi giudiziari.

Tuttavia, per il Ministro, “la ricerca della verità e l’esigenza di giustizia devono essere tutelate dall’uso pretestuoso di tale istituto. La prescrizione, infatti, “non può prestarsi a scudo di comportamenti criminosi e di condotte che provocano un elevato allarme sociale”.

La riforma, quindi, costituisce una “priorità irrinunciabile per incrementare il grado di fiducia con cui i cittadini si rivolgono all’istituzione giudiziaria”.

 

Leggi anche:

PRESCRIZIONE, SCIOPERO DEL MAGISTRATO ONORARIO NON SOSPENDE I TERMINI

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!