Trauma cervicale per un medico aggredito al pronto soccorso a Palermo

Trauma cervicale per un medico aggredito al pronto soccorso a Palermo

0
trauma cervicale

Il figlio di un paziente ha cercato di strozzare un medico del pronto soccorso del Villa Sofia di Palermo dandosi poi alla fuga dopo la violenta aggressione

Un trauma cervicale e diverse abrasioni al collo: è quanto ha riportato un medico del pronto soccorso del Villa Sofia di Palermo a seguito di una violenta aggressione mentre lavorava.

A picchiarlo è stato il figlio di un suo paziente, giunto al nosocomio in codice giallo.

Una vera e propria rissa, quella scoppiata in ospedale e che è costata al sanitario un serio trauma cervicale. Al termine dell’aggressione, sia il paziente che gli altri familiari, si sono dati alla fuga.

Un episodio, quello avvenuto ieri intorno a mezzanotte, che fa riflettere sull’emergenza estrema, specie in Sicilia, delle aggressioni in corsia.

Ma ecco cosa è accaduto.

Il paziente era arrivato, accompagnato dalla famiglia, in codice giallo.

Mentre l’uomo stava per essere visitato nella shock room, il figlio, residente al quartiere Zen, avrebbe minacciato il medico di guardia. La sua pretesa? Voleva che il padre venisse immediatamente visitato scavalcando tutti gli altri.

È bastato poco perché, dalle minacce, si passasse ai fatti. Calci, pugni e un tentativo di strozzamento che hanno causato al medico un trauma cervicale.

Una violenta rissa sedata solo dalle guardie giurate della Ksm. Poi, l’inevitabile fuga di paziente e familiari.

Il medico, 40enne, ha una prognosi di 5 giorni. Le forze dell’ordine sono già sulle tracce di tre uomini, grazie ai dati forniti dal paziente al momento dell’arrivo in ospedale

Si apprende, intanto, che l’ospedale ha sporto due denunce. Una per aggressione e l’altra per interruzione di pubblico servizio.

Questo in quanto la sala è rimasta bloccata per oltre un’ora in attesa che un altro medico sostituisse il collega sotto shock.

 

 

 

Leggi anche:

RACCOLTA FIRME CONTRO AGGRESSIONI IN CORSIA: LA PROPOSTA DI FNOMCEO

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!