Brillantante al posto dell’acqua, grave giovane in Salento

Brillantante al posto dell’acqua, grave giovane in Salento

0
brillantante

E’ in prognosi riservata un ragazzo di 28 anni al quale, in un bar del Salento, è stato servito del brillantante al posto dell’acqua. Aperto un fascicolo sul caso con l’iscrizione di due baristi nel registro degli indagati per lesioni colpose gravissime

Un giovane di 28 anni della provincia di Lecce è in gravi condizioni dopo che in un bar gli è stato servito del brillantante al posto dell’acqua. L’episodio risale allo scorso venerdì. Il ragazzo è stato operato d’urgenza all’ospedale di Tricase subendo l’asportazione dello stomaco e di parte dell’esofago.

I tessuti, infatti, erano danneggiati a causa della sostanza ingerita. “L’aver ingerito il detersivo – ha spiegato il direttore sanitario del nosocomio – gli ha provocato una sorta di ustione chimica interna”. Un reazione che “in pochi istanti ha necrotizzato le pareti dello stomaco”.

Intanto i carabinieri del Nas e gli ispettori del Servizio igiene degli alimenti (Sian) dell’Asl Lecce area sud Maglie hanno disposto la sospensione a tempo indeterminato dell’attività del locale. Un provvedimento deciso dopo che all’interno dell’esercizio, un bar centro-scommesse, sarebbero state riscontrate alcune irregolarità di carattere igienico sanitario.

Quanto alle cause del terribile incidente, l’ipotesi più accreditata è quella di un tragico errore.

Uno dei baristi avrebbe travasato il brillantante per stoviglie da un recipiente a una bottiglia di plastica, lasciandola sul bancone del bar. La collega, ignara di tale operazione, avrebbe quindi versato il liquido nel bicchiere del cliente, credendo fosse acqua. Gli inquirenti hanno provveduto al sequestro due contenitori.  I due dipendenti presenti al momento dell’accaduto sono stati iscritti nel registro degli indagati. L’ipotesi di reato a loro carico è lesioni colpose gravissime.

Secondo quanto riportato dal Corriere Salentino il malcapitato avrebbe ingerito il liquido velocemente, assumendolo assieme ad un antinfiammatorio. Subito dopo avrebbe cominciato a sentirsi male. Da qui la richiesta di soccorsi e la  corsa in ospedale in ambulanza. Dopo l’intervento il giovane si trova ricoverato presso il reparto di Rianimazione. La prognosi è riservata.

 

Leggi anche:

LESIONI COLPOSE, L’AGGRESSIONE CON OMBRELLO FA SCATTARE L’AGGRAVANTE

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!