Muscolatura addominale, esercizi per combattere il mal di schiena

Muscolatura addominale, esercizi per combattere il mal di schiena

muscolatura addominale

La muscolatura addominale ha uno specifico obiettivo strutturale e posturale. E’ importante in quanto sostiene il peso del tronco  

Mantenere il proprio addome in forma non serve solo per avere la tartaruga e fare colpo! La muscolatura addominale infatti, è importante poiché sostiene anteriormente il peso del tronco che posteriormente è sorretto dalla colonna. La nostra pancia funziona, posturalmente parlando, come un ammortizzatore vero e proprio.

Cerchiamo di capire meglio. Se ti osservi lateralmente allo specchio immaginando il tuo scheletro, noterai che gabbia toracica, testa, spalle ed arti superiori hanno alla base la colonna vertebrale che li sostiene in alto. Ma noterai anche che la colonna vertebrale non si trova al centro come il pilastro di una torre, bensì è posizionata posteriormente.

A questo punto nasce giustamente la domanda: ma come fa a non crollare tutto in avanti? Grazie alla muscolatura addominale.

Il muscolo trasverso dell’addome in primo luogo, obliqui e retto poi, esercitano continuamente una compressione verso l’interno determinando sui visceri una pressione che termina sul muscolo diaframma (la cupola dell’addome ed anche la base del torace) che, collegato a tutta la base della gabbia toracica, la sostiene in piano senza farla “crollare” in avanti.

Muscoli addominali e visceri quindi non hanno solo il compito che si può immaginare in base alla loro funzionamento, ma essi hanno uno specifico obiettivo anche strutturale e posturale.

Mantenere quindi i muscoli dell’addome in forma è fondamentale anche per combattere il mal di schiena. Ti ricordo che gli esercizi che ti propongo non hanno valenza di rinforzo ma solo di allungamento e mobilizzazione…quindi non ti faranno venire la tartaruga ma sono utili per migliorare la tua postura.

Esercizio 23 – Il cobra

Distenditi a terra con la pancia in basso. Poni le mani vicino al petto e tirati su fino a distendere le braccia inarcando tutta la schiena. Mantieni tale posizione per 40 secondi e poi torna alla posizione di partenza. In questo esercizio i gruppi muscolari maggiormente utilizzati sono intercostali, obliqui, trasverso, retto, psoas ed iliaco.

Esercizio 24 – Il cobra che si guarda intorno

Distenditi a terra con la pancia in basso. Poni le mani vicino al petto e tirati su fino a distendere le braccia inarcando tutta la schiena. A questo punto piega leggermente il gomito destro e ruota il busto verso destra. Mantieni tale posizione per 40 secondi e poi torna alla posizione di partenza e successivamente esegui dal lato opposto. In questo esercizio i gruppi muscolari maggiormente impiegati sono flessore superficiale e profondo delle dita, flessore lungo e breve del pollice, opponenti di pollice e mignolo e lombricali.

Raccomandazioni particolari: in questi due esercizi è previsto che la colonna esegua una marcata estensione. Questo movimento seppur fisiologico può arrecare disturbi. Se hai una listesi vertebrale (scivolamento anteriore di una vertebra) non eseguire questo esercizio da solo ma affidati ad uno specialista. Se percepisci dolore nell’esecuzione non eseguire questi due esercizi.

Dr. Paolo Scannavini

pscannavini@gmail.com

Fisioterapista e Kinesiologo

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!