Polizze false online, l’Ivass lancia l’allarme e avverte i consumatori

Polizze false online, l’Ivass lancia l’allarme e avverte i consumatori

0
Polizze false online, l’Ivass lancia l’allarme e avverte i consumatori

L’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass) avverte sul dilagare delle polizze false online per l’auto e stila una black list

Polizze false online, un fenomeno che dilaga e sul quale l’’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass) lancia un allarme.

L’istituto ha infatti stilato una black list con i nomi dei siti responsabili della commercializzazione di polizze false online per la Rc auto, mettendo in guardia i consumatori da una serie di abusi che sono stati compiuti in tal senso.

Le polizze false online sono spesso di durata temporanea e vengono commercializzate attraverso siti web.

Di seguito i nomi dei siti internet segnalati dall’Ivass in una black list, responsabili della vendita di polizze false online:

– Assicurazionidirectonline.it

– Assitempo

– Marotta Broker

– Easyassicura.net

Questi siti, secondo l’Ivass, non sono riconducibili ad alcun intermediario iscritto nel registro unico degli intermediari (Rui), per cui le polizze commercializzate non sono regolari.

Ma come si possono evitare questo tipo di truffe assicurative?

Innanzitutto, secondo l’Ivass, è fondamentale verificare, ben prima della sottoscrizione dei contratti, che questi siano emessi da imprese e intermediari regolarmente autorizzati allo svolgimento dell’attività assicurativa e di intermediazione assicurativa.

Per farlo, occorre consultare sul sito www.ivass.it gli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia. Ivass raccomanda di controllare sia gli elenchi generali che quelli dedicata alla Rc Auto. Oltre a questo, è importante controllare gli elenchi degli avvisi relativi ai casi di contraffazione e l’elenco degli intermediari dell’Unione Europea.

In ogni caso, ci sono delle regole che i siti web degli intermediari che esercitano tramite internet devono sempre rispettare.

È fatto obbligo, infatti, di indicare sul sito: i dati dell’intermediario, l’indirizzo della sede, i recapiti telefonici (compresi numero di fax e mail); il numero e la data di iscrizione al Registro unico degli intermediari assicurativi e l’indicazione che l’intermediario è soggetto al controllo dell’Ivass.

Dunque, i profili social o i siti web che vendono polizze false online non riportano mai le informazioni sopracitate e per questa ragione i consumatori devono prestare attenzione a questi dati. Secondo l’Ivass, è l’unico modo per tutelarsi dal rischio di stipulare polizze non regolari.

In ogni caso, per ogni dubbio o per richiedere informazioni è possibile chiamare il contact center dell’Ivass, al numero verde 800-486661, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 14.30.

 

 

Leggi anche:

POSTE ITALIANE E ASSICURAZIONI, IL GRANDE INGANNO DELLE POLIZZE

ASSICURAZIONI, VIGILANZA SPETTA AL PAESE DI ORIGINE SALVO CASI DI URGENZA

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!