Sempre più spazio all’interno di Sigascot agli specializzandi in ortopedia riuniti nell’associazione Aisot. Ce ne parla la dr.ssa Laura Ramponi, presidente uscente dell’associazione

L’Aisot (Società Italiana degli Specializzandi in Ortopedia e Traumatologia) è nata a Firenze nel 2012 con l’obiettivo di riunire tutti gli specializzandi in ortopedia d’Italia, perché possano scambiarsi informazioni utili alla formazione e all’inserimento professionale, superando così l’attuale divisione e frammentazione nelle varie scuole.

L’associazione conta più di duecento iscritti, quasi la metà degli specializzandi italiani, e all’ultimo congresso di Sigascot (Società Italiana del Ginocchio Artroscopia Sport Cartilagine Tecnologie Ortopediche) ha ricevuto molte attenzioni e le sono state dedicate molte attività.

Abbiamo intervistato la presidente uscente di Aisot, la dr.ssa Laura Ramponi, che resterà in carica fino a fine ottobre 2016 e a cui succederà la dr.ssa Tiziana Corsini.

Laura Ramponi
Laura Ramponi

Dr.ssa Ramponi, in che modo si è evoluto il rapporto di Aisot con Sigascot?

Durante l’ultimo congresso, che si è tenuto a Firenze a fine settembre 2016, la grande novità è stata l’essere riconosciuti come comitato e aver ricevuto molte attenzioni per favorire la nostra formazione. Per esempio, è stato creato all’interno di Sigascot un comitato costituito da nostri rappresentanti, dieci specializzandi da diverse parti d’Italia che svilupperanno esperimenti e lavori insieme agli altri comitati già presenti, come quello del ginocchio e quello della cartilagine. È una splendida occasione per essere coinvolti nelle attività di Sigascot sia da un punto di vista scientifico che formativo.

Sigascot vi agevolerà anche per dei corsi su cadavere, in che modo?

I corsi sui cadaveri sono l’ultimo step della formazione, arrivano dopo corsi teorici, congressi, esercitazioni pratiche su manichini e simulatori, ma per noi specializzandi hanno dei costi non sempre raggiungibili, mediamente intorno ai duemila euro per un week end. Si tratta di più di una mensilità, solitamente se ne possono preventivare uno, al massimo due all’anno. Ho avuto modo di affrontare questo problema durante l’ultimo consiglio direttivo, quando ci hanno chiesto perché non partecipavamo ai corsi che organizzavano.

Sigascot si è quindi messa a disposizione per offrire borse di studio per frequentare centri di eccellenza in Italia e all’estero e per promuovere dei corsi a costi agevolati.

Qual è la prossima attività in cui sarà impegnata Aisot?

Durante il prossimo congresso Siot a fine ottobre a Torino è prevista una giornata dedicata agli specializzandi. La giornata si articolerà in una sessione pratica su manichino focalizzata sulla fissazione esterna, e in un incontro con l’avvocato di Siot Ernesto Macrì, che terrà una presentazione sulla situazione assicurativa degli specializzandi e ci fornirà qualche base di diritto. Infine, ci saranno una sessione di relazioni dei nostri iscritti e un’assemblea dell’associazione.

Ersilia Crisci

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!