West Nile Virus, altri due decessi in provincia di Ferrara

West Nile Virus, altri due decessi in provincia di Ferrara

0
west nile virus

Le vittime del West Nile Virus sono due pazienti di 69 e 86 anni, entrambi affetti da patologie cardiovascolari

Altri due decessi dovuti a forme neuroinvasive particolarmente gravi di malattia da West Nile virus nella provincia di Ferrara. A renderlo noto sono l’Azienda Usl e l’ospedale del capoluogo emiliano.

Le vittime sono due residenti a Ferrara, di 69 e 86 anni, entrambi affetti da patologie cardiovascolari, ricoverati al Sant’Anna rispettivamente il 30 e 31 luglio.

I due decessi si aggiungono a quello avvenuto negli ultimi giorni di luglio di un paziente residente a Cento. In provincia di Ferrara i casi di malattia neuroinvasiva sono ad oggi sei, dei quali tre tuttora ricoverati.

Il virus West Nile appartiene alla stessa famiglia della febbre gialla.

Prende il nome del distretto dove è stato isolato la prima volta, il West Nile, in Uganda. I due vettori principali sono la zanzare del genere Culex, e le zecche. Il periodo d’incubazione del virus oscilla tra i 2 e i 15 giorni. Nell’80% dei casi la malattia è asintomatica. In caso di sintomi si tratta di febbre moderata che perdura da tre a sei giorni. Si associa spesso un senso di malessere, anoressia, nausea, cefalea.

Dal 15 giugno – ricorda la Ausl – è attivo il sistema regionale di sorveglianza delle Arbovirosi. E’ prevista la sorveglianza integrata entomologica, veterinaria e umana, per il rilevamento precoce della circolazione del virus West Nile tramite cattura di uccelli e zanzare per la ricerca del microrganismo patogeno.

La sorveglianza conferma una diffusa circolazione del virus nella provincia. L’Ausl, pertanto, rinnova l’invito ad adottare una serie di precauzioni per tutelarsi dalle punture delle zanzare.

All’aperto, in zone ricche di vegetazione, in particolare, è buona abitudine vestirsi sempre con abiti di colore chiaro. Consigliato indossare pantaloni lunghi, capi di abbigliamento a maniche lunghe e non utilizzare profumi.

Per proteggersi dalle punture è auspicabile l’utilizzo di repellenti sulla pelle e sugli abiti. Infine, per ridurre la presenza delle zanzare all’interno delle abitazioni, si consiglia di utilizzare zanzariere, condizionatori e apparecchi elettroemanatori di insetticidi liquidi o a piastrine. In quest’ultimo caso sempre con le finestre aperte.

 

Leggi anche:

COS’È IL VIRUS NILO? APPARTIENE ALLA FAMIGLIA DELLA FEBBRE GIALLA

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!