Aggressioni ai danni del personale sanitario, due nuovi casi in Sicilia

Aggressioni ai danni del personale sanitario, due nuovi casi in Sicilia

aggressioni ai danni del personale sanitario

Negli ospedali di Palermo e Termini Imerese, denunciate due aggressioni ai danni del personale sanitario. Gli episodi di violenza hanno interessato 3 camici bianchi e un infermiere

Ancora due aggressioni ai danni del personale sanitario in servizio negli ospedali siciliani. Gli ultimi casi si sono registrati a Palermo e Termini Imerese. A farne le spese tre medici e un infermiere.

A Termini Imerese l’episodio di violenza si è verificato presso il Pronto soccorso dell’ospedale Cimino.  Un paziente, dopo il triage, si sarebbe scagliato verbalmente contro una dottoressa in servizio e poi avrebbe lanciato la barella contro un muro.

Per placare l’uomo sono intervenuti prima un vigilante e poi gli agenti di polizia, che sarebbero riusciti a riportare la calma.

“La direzione aziendale – fanno sapere dall’Asp di Palermo – condanna con fermezza l’ennesimo episodio di violenza ai danni di operatori che con scrupolo e professionalità sono impegnati nei luoghi di cura. Al medico del Pronto soccorso dell’ospedale Cimino di Termini Imerese va la massima solidarietà ed il supporto che non faremo mancare in tutte le sedi opportune. Ringraziamo il personale di vigilanza e le forze dell’ordine che con il loro tempestivo intervento hanno evitato conseguenze peggiori”.

L’altra aggressione ha avuto luogo invece all’ospedale Civico del capoluogo isolano. Due camici bianchi e un infermiere del presidio sanitario sono finiti nel mirino dei parenti di una donna che si trovava al pronto soccorso. In particolare, a uno dei due dottori sarebbero stati rotti gli occhiali con un pugno.

Anche in questo caso la situazione sarebbe tornata alla normalità grazie all’intervento della Polizia. La direzione dell’ospedale ha fatto sapere che presenterà denuncia contro gli aggressori a tutela dei medici e dell’azienda.

Proprio nelle score ore sono stati pubblicati i risultati di un sondaggio commissionato dalla Fnomceo sul fenomeno della violenza contro gli operatori sanitari. Un questionario che evidenzia come il 50 per cento degli operatori sanitari intervistati sia stato vittima, almeno una volta, di un’aggressione verbale, mentre il 4% avrebbe subito una  violenza fisica.

Leggi anche:

VIOLENZA CONTRO I MEDICI, UNO SU DUE VITTIMA DI AGGRESSIONI VERBALI

ideused

d0 Medium Lis

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!