Cumulo contributivo, sì all’accordo tra Enpam e Inps

Cumulo contributivo, sì all’accordo tra Enpam e Inps

Cumulo contributivo, sì all’accordo tra Enpam e Inps

Si è giunti alla firma tra le casse previdenziali di medici, odontoiatri, ingegneri, architetti e l’Inps, condizione necessaria per sbloccare l’applicazione del cumulo gratuito

Dopo molte proteste è arrivata la firma tra Enpam, Inarcassa e Inps sul cumulo contributivo, un accordo fondamentale per per sbloccare l’applicazione del cumulo gratuito.

Inarcassa ed ENPAM sono i primi due istituti pensionistici dei professionisti che firmano un nuovo accordo con l’INPS, dando il via alle operazioni, con le prime liquidazioni sono previste entro Pasqua.

La Cosmed ha espresso grande soddisfazione in tale senso, e ha diffuso a questo proposito una nota in merito all’accordo sul cumulo contributivo.

“ Dopo la presa di posizione dell’Adepp – scrive Cosmed – è giunta la firma delle singole Casse, in particolare tra Enpam per medici ed odontoiatri e Inarcassa per ingegneri e architetti e l’Inps. Appare imminente anche la sottoscrizione della convenzione con tutte le altre Casse. La convenzione tra le singole Casse e Inps era la condizione necessaria e sufficiente per sbloccare l’applicazione del cumulo gratuito”.

Era infatti da lungo tempo che si lottava per giungere a questo accordo.

Come specificato da Cosmed, “L’Inps in una nota ha ribadito di aver predisposto la piattaforma, di essere pronta a liquidare le pensioni in tempi brevi per cui finirà presto l’odissea di quanti, confidando su una legge dello Stato, si erano licenziati restando senza stipendio e pensione”.

Grazie all’accordo sul cumulo contributivo, quindi, ora sarà possibile effettuare le domande con maggiore serenità, prosegue Cosmed.

Che, tuttavia, mette in allarme sulle difficoltà ancora esistenti per ottenere da Inps una certificazione preventiva del diritto alla pensione.

“È una condizione di rischio potenziale – afferma la nota che andrebbe evitata, pertanto, meglio essere certi di avere raggiunto i requisiti prima di recedere dal rapporto di lavoro”.

Anche per queste ragioni, Cosmed ha specificato che ritiene necessaria “una campagna di informazione e di orientamento dei pensionandi da parte di Inps e Amministrazioni”. E questo sia sul cumulo che su tutte le opportunità di pensionamento.

Sempre dalla Confederazione arriva poi un invito importante.

“Ovviamente – scrive Cosmed – andranno tempestivamente sostituiti i pensionati con nuove assunzioni”. Una misura ritenuta indispensabile “per la tenuta dei servizi pubblici, già in gravissima difficoltà per i pesantissimi tagli agli organici effettuati negli ultimi anni”.

 

 

 

Leggi anche:

CONVENZIONE INPS-CASSE, RAGGIUNTO L’ACCORDO QUADRO SUL CUMULO GRATUITO

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!