Disturbi della colonna vertebrale, l’importanza dell’addome

Disturbi della colonna vertebrale, l’importanza dell’addome

disturbi della colonna vertebrale

I disturbi alla colonna vertebrale come artrosi, protrusioni ed ernie non rappresentano quasi mai la causa del mal di schiena

Il mal di schiena affligge ormai veramente tutti. Le statistiche parlano chiaro quando lo descrivono come uno dei disturbi più comuni nel mondo occidentale. Oltre il 70% della popolazione compresa tra i 25 e i 65 anni ne soffre almeno una volta l’anno.

Come nell’articolo precedente, anche oggi ti insegno due esercizi per l’addome. Questa regione corporea infatti è di fondamentale interesse quando si parla di mal di schiena. Nell’80% dei casi di lombalgia le cause sono da ricercare nell’esecuzione di movimenti scorretti in palestra o al contrario in uno stile di vita sedentario. Il primo passo quindi è la mobilizzazione dei distretti muscolari ed il loro allungamento. I disturbi alla colonna vertebrale come artrosi, protrusioni ed ernie non rappresentano quasi mai la causa del mal di schiena (solo il 20% dei casi).

Ma ora passiamo all’azione!

Esercizio 25 – Stiracchiamento mattutino

In piedi a braccia distese verso il basso, ruota leggermente le mani posteriormente come se volessi poggiarle sui tuoi glutei. Ora inclina leggermente il busto indietro e guarda verso l’alto come se ti volessi stiracchiare. Mantieni questa posizione per 20 secondi e poi torna alla posizione di partenza.

In questo esercizio i gruppi muscolari maggiormente interessati sono gli intercostali, gli obliqui, il retto ed il trasverso dell’addome.

Esercizio 26 – Distesi sulla fit ball

Per questo esercizio hai bisogno di una fit ball della misura minima di 50 cm di diametro.

Siediti sulla palla a gambe leggermente divaricate. Scivola in avanti facendola ruotare sotto la tua schiena fino a quando non ti ritrovo completamente disteso/a a pancia in su. A questo punto porta le braccia in alto e distendi l’addome. Mantieni questa posizione per 30 secondi e poi scivola ancora più in basso mettendoti seduto/a a terra.

In questo esercizio i gruppi muscolari maggiormente interessati sono gli intercostali, gli obliqui, il retto ed il trasverso dell’addome, lo psoas e l’iliaco.

Raccomandazioni particolari: gli esercizi con la fit ball sono molto divertenti ma prevedono un buon equilibrio e quindi la massima attenzione nell’esecuzione. Ricorda che spesso rialzarsi di corsa può determinare giramenti di testa e sbandamenti, quindi sempre massima cautela e mai di fretta!

Dott. Paolo Scannavini

pscannavini@gmail.com

Fisioterapista e Kinesiologo

 

Leggi anche:

MUSCOLATURA ADDOMINALE, ESERCIZI PER COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!