Formazione specifica in medicina generale, ritardo bando per natura tecnica

Formazione specifica in medicina generale, ritardo bando per natura tecnica

formazione specifica in medicina generale

La Commissione salute della Conferenza delle Regioni chiarisce che il ritardo nella pubblicazione del bando di concorso per l’accesso al corso di formazione specifica in medicina generale è legato alla necessità di chiarire alcuni aspetti relativi al Decreto Calabria e al Decreto Semplificazione

Ha natura esclusivamente tecnica il ritardo nella pubblicazione del bando di concorso per l’accesso al corso di formazione specifica in medicina generale 2019-2022. Lo rileva la Commissione Salute della Conferenza delle Regioni.

Nello specifico vi sarebbe la necessità di fare chiarezza su numerosi aspetti sia del Decreto Semplificazione che del Decreto Calabria. Questioni che rischierebbero di esporre le Regioni al rischio di contenzioso. 

Il Presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, avrebbe già sollecitato il Ministero della Salute, a inizio giugno,  ad esprimersi in merito a questi nodi. Nell’occasione – si legge in una nota delle Regioni – “ha anche offerto la massima disponibilità al Ministero per un confronto di merito. 

“In assenza, ad oggi, di qualsiasi comunicazione da parte del Ministero e con la volontà, che sempre in questi anni ha contraddistinto le Regioni, di pubblicare entro i tempi previsti il bando di concorso, la Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e PA ha dato mandato ai rappresentanti tecnici di redigere linee guida in grado di colmare quanto non definito nei due Decreti e di uniformare i comportamenti regionali”.

Tali linee guida verranno discusse durante la Commissione Salute del prossimo 24 luglio e saranno utilizzate per la stesura e successiva pubblicazione dei bandi. Il tutto con l’auspicio che il Ministero della Salute dia il proprio avallo a quanto deciso dalle Regioni. 

Nel frattempo, le Regioni sottolineano come tutti gli adempimenti amministrativi necessari per l’espletamento del corso siano già stati portati a termine nei tempi previsti. Il riferimento, in particolare, è al riparto regionale delle borse di studio, all’individuazione dei 6 esperti per la formulazione dei quesiti e al nulla osta ministeriale per la copertura finanziaria. 

Leggi anche:

STATO DI AGITAZIONE MEDICI DI FAMIGLIA, FIMMG: POCO ASCOLTO

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!