Vittima di una trombosi dopo le dimissioni, medico condannato

Vittima di una trombosi dopo le dimissioni, medico condannato

vittima di una trombosi

Confermata in appello la condanna di un camice bianco accusato di omicidio colposo per il decesso di un uomo rimasto vittima di una trombosi nel 2010

Era morto pochi giorni dopo le dimissioni dall’Ospedale di Frosinone, dove era stato ricoverato e operato in seguito a un grave incidente agricolo. Nello specifico, come riportato da Ciociaria Oggi, l’uomo, di 40 anni, era finito sotto un trattore fratturandosi il bacino e procurandosi un politrauma. Ma proprio quando il peggio sembrava passato era rimasto vittima di una trombosi. Una tragedia che, secondo quanto appurato in giudizio, si sarebbe potuta evitare.

Dopo il decesso, risalente al luglio del 2010, i familiari della vittima, avevano presentato una denuncia chiedendo di fare chiarezza sull’accaduto. La Procura aveva quindi aperto un fascicolo sul caso per omicidio colposo. L’inchiesta aveva portato al rinvio a giudizio di un medico in servizio presso il nosocomio ciociaro.

Il camice bianco, 59enne, era stato condannato in primo grado a quattro mesi di reclusione, con sospensione della pena.

Il Tribunale del capoluogo di provincia laziale, inoltre, aveva disposto il pagamento di un risarcimento a favore degli eredi da quantificare in sede civile. La sentenza era stata impugnata dagli avvocati della difesa ma nelle scorse ore il Giudice di appello ha ritenuto di confermare la pronuncia.

La Corte territoriale di Roma ha condiviso quanto statuito dal Giudice di prime cure accogliendo le ipotesi accusatorie. In particolare, il professionista, all’atto delle dimissioni, non avrebbe prescritto di proseguire la cura anti trombosi con le punture di eparina. Secondo quanto appurato, se il paziente fosse stato sottoposto alla giusta terapia non sarebbe rimasto vittima della complicanza insorta dopo l’operazione.

 

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a redazione@responsabilecivile.it o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

 

Leggi anche:

MORTA A 20 GIORNI DALLA NASCITA, CONDANNA PER DUE MEDICI A GENOVA

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!