Nas in ospedale, controlli su infermieri per presunte irregolarità

Nas in ospedale, controlli su infermieri per presunte irregolarità

0
Nas in ospedale, controlli su infermieri per presunte irregolarità

A Massa Carrara sono giunti i Nas in ospedale. Alcuni infermieri non sarebbero in regola con l’iscrizione all’albo professionale.

Per fare verifiche su delle presunte irregolarità riguardanti alcuni infermieri sono giunti i Nas in ospedale a Massa Cassara. Come riportato da La Nazione, i carabinieri del nucleo antisofisticazioni sono stati al Noa per acquisire materiale e documentazione su una vicenda dai contorni ancora molto confusi.

Sembrerebbe, ma il condizionale è d’obbligo, che alcuni infermieri non siano mai stati iscritti all’albo. Circostanza che sarebbe passata inosservata in ospedale.

I Nas in ospedale hanno verificato la posizione di una decina di infermieri. Al centro dell’attività dei militari di Livorno, che hanno competenza su cinque province, ci sarebbe la verifica della regolarità di aspetti meramente amministrativi.

La questione della presunta mancata iscrizione rappresenterebbe una irregolarità perché per esercitare la professione è obbligatorio, come noto, essere iscritto all’ordine professionale di appartenenza. La segnalazione all’Asl e, per competenza, ai carabinieri del Nas sarebbe partita, come atto dovuto, dall’ordine delle professioni infermieristiche di Massa Carrara.

Per il momento, dunque, si tratterebbe di una “irregolarità tecnica” che necessita ancora di ulteriori verifiche. Questa sarebbe emersa durante i controlli dell’ordine che oltre a vigiliare sulla professionalità dei suoi iscritti, ha il compito di tutelare i cittadini. Saranno quindi gli accertamenti dei Nas in ospedale a verificare la situazione e a valutare il comportamento di questi dipendenti.

Per ora dunque è impossibile valutare le conseguenze che si potrebbero configurare nei loro confronti.

Potrebbe, infatti, avere solo ricadute sul piano amministrativo, ma non è ancora detto.

I carabinieri valuteranno le posizioni di ciascun infermiere, portando avanti le indagini necessarie.

In un secondo momento, valuteranno se e quali provvedimenti adottare. Gli accertamenti degli investigatori sono soltanto all’inizio.

Non si esclude dunque un nuovo sopralluogo nel nosocomio di Massa per acquisire nuovi dati.

 

Leggi anche:

SCOPERTA FALSA INFERMIERA: NON AVEVA MAI CONSEGUITO LA LAUREA


FALSA INFERMIERA SCOPERTA DA IPASVI, AVEVA CONTRAFFATTO LA LAUREA

 

image_pdfSalva in pdfimage_printStampa

IL TUO COMMENTO E LA TUA STORIA

Scrivi il tuo commento o raccontaci la tua storia!